Tu sei qui: Home News Sabato 4 Giugno APERTURA SERALE STRAORDINARIA per Festival MIXXER

Sabato 4 Giugno APERTURA SERALE STRAORDINARIA per Festival MIXXER

In occasione del Festival MiXXer 2022, promosso dal Conservatorio "G. Frescobaldi" di Ferrara, il Castello Estense rimarrà aperto fino alle ore 23 con orario continuato.

"Le musiche dei destini incrociati" è il titolo della XV edizione di MiXXer, festival dedicato alla musica moderna e contemporanea che si terrà il 3 e il 4 giugno a Ferrara e che ha per interpreti gli studenti e i docenti del Conservatorio Frescobaldi, più alcuni solisti ospiti.

Venerdì 3 giugno alle ore 18 al Ridotto del Teatro Comunale (ingresso libero) si terrà il concerto inaugurale del festival, un omaggio al compositore Paolo Castaldi, scomparso nel 2021 all’età di 90 anni. Con Castaldi la musica italiana del ventesimo secolo ha inaugurato quel periodo che oggi chiamiamo “post moderno”.

Sabato 4 giugno la musica raggiunge dapprima il Palazzo Schifanoia (dalle 15 alle 18), per proseguire dalle 19 alle 23 al Castello Estense (con ultimo ingresso alle ore 22.15). In entrambi i casi si potrà accedere acquistando il biglietto d’ingresso ai rispettivi musei.

La curiosità per le complesse e sfaccettate relazioni tra musica e letteratura e il desiderio di trovare un mezzo che le renda in qualche modo ‘vivide e visibili’ al pubblico sono alla base di questa edizione, che prende il nome da "Il Castello dei destini incrociati" di Italo Calvino. Il libro fu concepito dopo aver scritto, su invito dell’editore Franco Maria Ricci, un testo per il volume "Tarocchi, il mazzo visconteo di Bergamo e New York". Le carte in questione erano quelle miniate da Bonifacio Bembo per i duchi di Milano intorno alla metà del XV secolo.

Nelle sale del Castello gli spettatori, quasi a ripercorrere il girovagare dei personaggi ariosteschi, potranno ricostruirne a loro piacimento i percorsi incrociati, muovendosi con libertà tra le suggestioni evocate dalle immagini dei Tarocchi trasformate in musica.

All’ars combinatoria della narrazione calviniana, con il suo nitido richiamo all’universo chiuso del poema ariostesco, dove cavalieri bianchi e neri galoppano senza fine incrociandosi e combinando le proprie storie parallele, corrisponde in musica l’ars combinatoria del contrappunto, dei canoni, dei quadrati magici e delle serie formate dai dodici suoni della scala, un percorso che idealmente collega la scrittura musicale dalle origini fino alla contemporaneità.

 

Alcuni degli autori in programma:

Britten, Cage, Calandin, Carter, Casella, Castagnoli, Castaldi, Calandin, Castagnoli, Corea, De André, Debussy, De Gregori, Falla, Frisell, Gervasoni, Ginastera, Jolivet, Lennon-McCartney, Manuzzi, Martinu, Mastropietro, Metheny, Milhaud, Morricone, Pass, Poulenc, Queen, Ravel, Reich, Rota, Rotili, Stockhausen, Tunioli, Varese, Villa-Lobos, Walton.

Strumenti personali
Fatti riconoscere