La sala delle Geografie o Marchesana

Sala delle geografie
La sala, situata al primo piano della Torre Marchesana, presenta un soffitto a padiglione con lunette laterali la cui decorazione è da porsi agli inizi del XIX secolo, all’interno di una serie di ammodernamenti e imprese pittoriche che videro come committente il cardinale Tommaso Arezzo, legato pontificio dal 1816 al 1830.

Il soffitto della sala è monocromo, con lacunari di forma ottagonale, quadrangolare e triangolare decorati da medaglioni, racemi e ornati a forma di lira.

Al centro è rappresentata la figura alata della Poesia, incoronata da foglie di alloro, che scrive il nome dell’Ariosto su una pergamena sorretta da un puttino, eleggendo il poeta a più alto rappresentante e maestro dei letterati della città.
Ai lati, alternati a finti lacunari monocromi, quattro tondi incorniciano altrettanti genietti alati che reggono ciascuno un cartiglio con i nomi di poeti ferraresi.
In quattro delle dodici lunette alcune figure allegoriche sorreggono elenchi di uomini illustri dediti alle arti e alla scienza, ment

Leggi il resto