Il salone dei Giochi

Salone dei giochi
Il Salone dei Giochi era la sala d’onore dell’Appartamento dello Specchio; si raggiungeva salendo lo scalone di marmo a rampe rettilinee posto nell’accesso nord del Castello, prima di arrivare al cortile.

L’ambiente è citato nei documenti come “Sala apresso la Camara dello specchio”, cioè la stanza di maggiori dimensioni vicina all’attuale Sala dell’Aurora ma da essa separata dalla più piccola Saletta dei Giochi.

Mentre Alfonso II, succeduto al padre Ercole II nel 1559, stava portando a compimento la metamorfosi del Castello, che da fortezza andava assumendo l’aspetto di residenza ducale, un terribile terremoto (1570) lo obbligò a compiere nuovi lavori di restauro e di ricostruzione: tra questi, la sostituzione della struttura in muratura, posta a sostegno dei solai delle tre sale di rappresentanza, con una lignea, più leggera ed elastica.
La decorazione è databile dopo il 1570, poiché sull

Leggi il resto